Crema pasticcera

La crema pasticcera è la regina di tutte le creme. Costituisce la farcitura nella stragrande maggioranza di dolci.
E’ buona da sola e si presta a innumerevoli e altrettanto buone variazioni di gusto e di preparazione.
La versione più comune è con tuorli zucchero latte e farina. Poi c’ chi usa latte e panna o sola panna, chi usa un amido o una miscela di amidi.

crema pasticcera

E’ chiaro che per avere una buona crema pasticcera occorre usare ingredienti freschissimi e di qualità.
La maggiore presenza di grasso (uova e panna) garantisce maggiore cremosità.
Gli amidi usati al posto della farina avendo un punto di gelificazione più basso rispetto alla farina, accorceranno i tempi di cottura della crema e conferiranno struttura.
(L. Montersino docet)

Adesso ingredienti e procedimento

500ml di latte fresco
140gr di zucchero semolato
4 tuorli
40g di amido di mais
1/2 bacca di vaniglia

Mettere in infusione nel latte caldo, per almeno un’ora, la bacca di vaniglia, privata dai semini che saranno inseriti nello zucchero.
Mescolare bene tuorli e zucchero, aggiungere l’amido e sempre mescolando aggiungere il latte caldo sul fuoco medio basso. Portare ad addensare.
Mettere a raffreddare velocemente in un bagnomaria di acqua e ghiaccio, oppure in freezer, dopo averla coperta con pellicola a contatto.(quest’ultima eviterà il formarsi di una antiestetica pellicina)

Questa la mia preparazione.

Tips and Triks

E’ possibile usare parte latte e parte panna (rispettivamente 300 e 200)
E’ possibile aromatizzare con limone o arancia usando le scorze o gli oli essenziali (due gocce)
E’ possibile renderla “leggera” aggiungendo circa 150gr. di panna semimontata. In questo caso si otterrà una crema diplomatica o chantilly all’italiana
E’ possibile usare anche uova intere nella misura di 2 per mezzo litro di latte

Lascia un commento