Calamaro ammuddicato

Il calamaro ammuddicato è un secondo di pesce che fa contenti tutti in famiglia.

calamaro ammuddicato1

In Sicilia adoriamo “ammuddicare” tutto, si comincia dalla pasta , per passare ai secondi di carne (tipico l’arrosto alla palermitana) alle verdure.

Non potevo quindi non “ammuddicare il pesce. In questo caso ho usato un buonissimo calamaro fresco. La ricetta è semplicissima, risulta anche leggera e se ci mettete vicino una fresca insalata verde avete un pasto completo.
Per preparare il calamaro ammuddicato occorre

Ingredienti per 4 persone
1 kg di calamari
mollica di pane fresco (se non l’avete anche 3 fette di pan carrè grandi tipo quello americano)
1 cucchiaio di capperi dissalati
olio evo
prezzemolo q.b
sale  
2 spicchi di aglio piccoli o 1 grande.
zeste di limone

calamaro ammuddicato

Pulire i calamari privandoli della pelle esterna, dell’osso, occhi, bocca e interiora.
Con un coltello affilato tagliare il calamaro in modo da aprirlo a libro.
Lasciarlo a bagno in un piatto con olio evo.
Nel frattempo preparare la panure:
Frullare le fette di pan carrè, l’aglio, i capperi e il prezzemolo.
Panare il pesce e adagiare sulla teglia rivestita di carta forno. Procedere alla stessa maniere con i tentacoli. 
Cuocere in forno caldo a 170 gradi  per circa 15 minuti.
Con un rigalimoni lasciare cadere qualche ricciolo di scorza e servire subito.
Buon appetito.

 

2 risposte a “Calamaro ammuddicato”

  1. Preparati ieri sera. Ho avuto un successone. Leggeri e gustosi.
    Secondo te posso ammoddicare anche altri pesci?
    Tipo filetti di sogliola e merluzzo?
    Ciao
    Cettina

    1. ilfornoincantato dice: Rispondi

      il merluzzo sicuro, la sogliola perderebbe il suo sapore. meglio semplice con panatura di farina di riso al massimo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.