carciofi alla villanella

ricette carciofi

carciofi alla villanella o carciofi con aglio e prezzemolo o carciofi in tegame. tre nomi diversi ma con unico denominatore: la prelibatezza.

carciofi villanella

Nella gastronomia siciliana, l’uso dei carciofo è secondo solo alle melanzane. A Palermo, i migliori carciofi arrivano da un piccolo paese al centro delle Madonie. Cerda Molti forse ricordano questo paese perchè è anche tappa della Targa Florio, ma Cerda è anche il territorio di grande produzione di carciofi.
Vi ho già parlato dei carciofi in insalata e del tortino. Oggi vi propongo ancora una ricetta ricca di sapore che può essere preparata in due versioni: questa di oggi è la versione semplice. Esiste anche una versione più ricca  con pangratatto tostato, caciocavallo a pezzetti e acciughe. I carciofi alla villanella possono essere preparati in anticipo e conservati ben avvolti in pellicola. Potete quindi prepararli al mattino e gustarli per cena.

ingredienti

2 o più carciofi.
Aglio
prezzemolo
olio extravergine di oliva

preparazione

Tagliare il gambo dei carciofi , lasciandone circa 1 cm, e togliere  almeno 3 giri di foglie staccandole con le mani. Occorre vedere che le foglie sottostanti diventano più sottili e chiare. Tagliare ogni carciofo a metà e ripulire dall’eventuale barba. immergere ogni carciofo in una bacinella di acqua in cui si è mescolato un cucchiaio di farina. Con questo procedimento, si eviterà l’ossidazione dei carciofi che rimarranno verdi anche durante la cottura.

Sistemare i carciofi puliti in un tegame, cospargere i carciofi con sale, pepe, aglio a pezzetti. aggiungere mezzo bicchiere di acqua e un filo di olio. Coprite e mettete a cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti.
Ultimata la cottura cospargere con abbondante prezzemolo tritato.

Passate a trovarmi anche su facebook, alla pagina de il forno incantato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.