Confettura di albicocche e vaniglia

marmellata albicocche

Un grande classico delle conserve, la confettura di albicocche e vaniglia; una delle confetture più amate da grandi e piccini.

marmellata albicocche

Io però sono sempre alla ricerca di gusti nuovi e particolari, nonchè di tecniche nuove e Cristine Ferber, è una grande esperta in materia di marmellate e confetture. Le sue ricette prevedono tempo e pazienza, quindi no alla semplice cottura della frutta nello zucchero.
Io non ho proprio seguito alla lettera il suo metodo, perchè il tempo e altre cose da fare me mi hanno fatto slittare. Ho capito però che un passaggio fondamentale per la buona riuscita delle confetture e/o marmellate sta nel lasciare macerare la frutta con lo zucchero qualche ora (o tutta la notte, in frigo, se fa caldo)

Confettura di albicocche e vaniglia

 

1 kg di albicocche, mature ma ancora sode (peso pulito)
800g zucchero
200g acqua (non l’ho messa)
Il succo di ½ limone
2 bacche di vaniglia
Preparazione
Lavare le albicocche, asciugarle e tagliarle a metà e snocciolarle. Mescolare con lo zucchero,  il succo di limone, le bacche di vaniglia incise per la lunghezza e lasciare macerare coperte di carta forno. Io ho lasciato macerare tutta la notte in frigo.
Versare le albicocche preferibilmente in una casseruola di rame non stagnata(io ho usato una pentola bassa e larga antiaderente) e portare quasi ad ebollizione, il composto deve “fremere” ma non bollire. Spegnere e versare in una terrina. Coprire di nuovo con la carta da forno a contatto con frutta e lasciare riposare per una notte intera al fresco in frigorifero.
L’indomani versare le albicocche in un colino, tagliale a pezzi  se sono grosse e tenerle e da parte. Nel frattempo versare lo sciroppo raccolto in una casseruola, portarlo a ebollizione, schiumando e proseguendo la cottura fino a 105°C (a questa temperatura comincia ad addensarsi), unire allora le albicocche sbucciate. Riportare a bollore e fate cuocere a fuoco vivo per circa 5-8 minuti (io ne ho impiegati circa 15) rimestando delicatamente e schiumando di tanto in tanto. Eliminare la bacca di vaniglia. Verificare la consistenza della confettura con la prova piattino quindi versare in barattoli di vetro precedentemente lavati e sterilizzati e scaldati  in forno a 100° per 15 minuti.
Nota: se la frutta rimane ancora troppo grossa e non si gradisce, si può frullare con un frullatore ad immersione.

3 risposte a “Confettura di albicocche e vaniglia”

  1. Quanto mi piace questa confettura, brava!!!! 🙂

  2. Mary Di Gioia dice: Rispondi

    Ricetta da conservare assolutamente…visto la stagione,mi faccio scorta per l’inverno 🙂 🙂

  3. Adoro fare le confetture!!! la tua è splendida!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.