e si continua con le “perline”….

Questa volta al cacao e al caffè.

dolcetti caffe cacao

I dolcetti al caffé.

Petronilla dice di usare pari peso di farina di mandorle e zucchero a velo da compattare con una tazzina di caffè ristretto. formare un rotolo grosso quanto un pollice e ricavare pezzetti lunghi 2cm che dovranno essere appallottolati, rotolati nello zucchero semolato e sistemati nei pirottini.IO ho ridotto la quantità di zucchero a velo usandone 60gr. sui 100gr. di farina di mandorle.

I dolcetti al cacao.

Petronilla dice di mischiare pari peso di farina di mandorle e cioccolato ridotto in polvere impastando con 4/5 cucchiai di liquore alla vaniglia; formando il classico rotolo dal quale ricavare poi le pepite che andranno rotolate nello zucchero semolato. IO ho usato del cacao amaro e pertanto ho aggiunto un pò di zucchero a velo. Ho mischiato con maraschino.

Nel procedere gli impasti ottenuti erano molto più duri rispetto ai dolcetti all’arancia. Onestamente non mi hanno soddisfatto, nemmeno come gusto: si sente troppo la mandorla in quelle al caffè. Le pepite al cacao ho faticato non poco per impastarle perchè non ne voleva sapere di compattare. HO dovuto aggiungere poco latte perchè non volevo esagerare con il liquore. Sicuramente meglio partire da una ganache.

6 risposte a “e si continua con le “perline”….”

  1. Queste perline sono meravigliosi ….uno tira l'altro!

  2. Ma com non ti hanno sodisfatto???? A guardarle sembrano una meraviglia… allora ci vuole la prova assaggio… quando vengo?

  3. Cuocopersonale dice: Rispondi

    beh che dire… sembrano decisamente invitanti….
    🙂

  4. Quindi non le consigli? Peccato, sembravano deliziose..
    Un megabacio :*

  5. Sinceramente, avendo assaggiate quelle all'arancia, scioglievoli in bocca e con un marcato sapore di arancia, queste mi hanno deluso. Posso solo dirvi di provate queste prima e quelle di arancia poi.

  6. Mi ricordano dei dolcetti sardi chiamati sospiri, aromatizzati all'essenza di arancia…

    Sai che mi piace che tu condivida sia i successi sia le delusioni gastronomiche? Fa sentire un po' di famiglia…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.