I dolci più buoni del mondo

Una iniziativa che trovo molto carina, lanciata da Imma de Dolci a gogò. Leggendo mi sono tornati in mente dei biscottini di origine marocchina che avevo letto sul forum di Gennarino i Ghoriba.

Biscottini realizzati con tutta semola di grano duro che ricordano i savoiardi, ma con un sapore particolare dato dalla semola appunto.

La ricetta è la seguente:

400g Semola Rimacinata di Grano Duro
125g Zucchero a Velo
90g Zucchero a Velo Vanigliato
40g Burro
45g Olio di Semi di Arachide
2 Uova
1 cucchiaino di Lievito per Dolci
1 pizzico di sale
Altro Zucchero a Velo
Scaldare assieme olio e burro fino a quando quest’ultimo è sciolto e lasciare intiepidire.
Montare le uova con lo zucchero a velo ottendendo un composto bianco e spumoso.
Aggiungere l’olio e il burro e montare ancora per qualche secondo. Unire quindi la semola, il sale e il lievito. Far riposare l’impasto in frigorifero per almeno un’ora.
Disporre dello zucchero a velo in un piatto e foderare una teglia con carta forno.
Prelevare delle porzioni di pasta grandi circa come una noce e, facendole rotolare tra le mani, ottenere delle sfere. Rotolarle nello zucchero a velo e schiacciare la sfera sulla teglia fino ad ottenere delle mezze sfere.
Attenzione: Per evitare che l’impasto si attacchi alle mani è conveniente ricoprirle di zucchero a velo quando si formano le palline.
Cuocere in forno per 15-20 minuti a 170°C. Il biscotto è pronto quando presenta sulla superficie le “classiche” crepe.

ghoriba

Questa è la ricetta con la quale vorrei partecipare alla raccolta. Grazie Imma

6 risposte a “I dolci più buoni del mondo”

  1. devono essere spettacolari questi!! un bacione.

  2. sembrano molto buoni questi biscottini!

  3. Mmmm.. interessanti questi biscotti!! da provare!!

  4. Biscottini marocchini? Bella l’idea ma mi aspettavo qualche spezia pungente, qualche ingrediente strano…

  5. dolci a ...gogo!!! dice: Rispondi

    questi biscotti sono buonissimi e perfetti per la raccolta,grazie baci imma

  6. Provate e mi dite.
    VIrò, anche io ma la caratteristica pare sia l’uso della semola.

    Imma grazie a te!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.