Minestra, zuppa, vellutata o crema? Quale piatto scegliere per una primavera di gusto

La cucina, un luogo dove anche il più piccolo particolare può fare la differenza fra un piatto ben riuscito e un tentativo maldestro di prepararsi la cena. Soprattutto quando si parla di pietanze dalla tradizione antica come minestra, zuppa, vellutata o crema, dove scegliere accuratamente dosaggio e ingredienti significa sfoggiare fin da subito una tecnica culinaria invidiabile.

 

Scopriamo insieme quali sono le sottili differenze fra questi semplici capolavori della cucina italiana, stando ben attenti a non farci venire immediatamente l’acquolina in bocca.

Minestra

da-cucinaitaliana.it-4
foto lacucinaitaliana.it

 

Diciamolo pure senza paura: a volte avere in cucina attrezzatura di qualità è di fondamentale importanza. Per una minestra perfetta, ad esempio, uno chef stellato si serve di pentola in rame, tegame in terracotta e lavello in acciaio inox professionale. Strumenti indispensabili per cucinare un piatto che mischia con sapienza artigianale pasta, orzo o riso con verdure di prima scelta. Dopo la scoperta delle Americhe, l’arrivo di patate, mais e fagioli ha dato vita al minestrone.

Zuppa

da-cucinaitaliana.it-3
foto lacucinaitaliana.it

A differenza di minestra e minestrone, la zuppa non vuole assolutamente che si utilizzino riso o pasta. Basta accompagnare il tutto con un po’ di pane, croccante al punto giusto, e seguire alla perfezione l’antica ricetta medievale. Da quella di cavoli neri amata in Toscana a quelle di legumi apprezzatissime nel Sud Italia, la zuppa è un piatto semplice in grado di ispirare tutta la nostra creatività in cucina.

Vellutata

da-cucinaitaliana.it-2
da lacucinaitaliana.it

Non so voi, ma io vado letteralmente pazza per le vellutate, talmente light e saporite che ne mangerei per giorni. Anche perché le combinazioni sono davvero infinite: basta associare le patate con porri, zucchine o carote e il gioco è fatto. Per legare tutti gli ingredienti insieme e avere quello splendido effetto cremoso basta aggiungere un tuorlo d’uovo oppure un po’ di panna da cucina.

Crema

da lacucinaitaliana.it
foto lacucinaitaliana.it

La preparazione di una gustosa crema, invece, prevede l’utilizzo di un solo ingrediente principale, ad esempio la patata, che viene accuratamente frullato e mixato a un legante, che può consistere in farina di riso o, più generalmente, latte.

Articolo promosso da Freccia Inox

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.