Sfince di San Giuseppe

Ricetta della tradizione: sfince di san Giuseppe.

sfincia1

Un dolce morbido e voluttuoso di pasta bignè che viene fritto e farcita con una crema di ricotta.
La sfincia di San Giuseppe pare abbia derivazioni arabe. “sfang” sarebbe l’origine: delle frittelle condite con il miele o zucchero, che successivamente furono arricchite di crema di ricotta,risorsa inesauribile di dolcezza, praticamente onnipresente nei dolci della tradizione siciliana.
Vediamo come prepare le sfince di San Giuseppe

ingredienti
250g acqua
250g farina
50g di strutto o burro
4/5 uova
1 pz di sale
1 pz di bicarbonato

1 kg di buona ricotta di pecora
400g di zucchero semolato
200g di cioccolato in gocce

1 lt di olio di semi di arachide

Per decorare scorze di arancia candite ed evetuali pistacchi tritati.

sfincia

Innanzitutto prepare la crema di ricotta
Lasciare sgocciolare per almeno 6 ore la ricotta in un setaccio e in frigo.
Versare il formaggio in una bacinella, aggiungere lo zucchero semolato e mescolare bene. Passare al setaccio e aggiungere le gocce di cioccolato. Lasciare riposare in frigo.

In una pentola unire acqua sale e lo strutto. Portare a bollore.
Togliere la pentola dal fuoco e unire la farina in un’unica soluzione. Mescolare bene, rimettere sul fuoco e quando la pasta si staccherà dalle pareti e si sentiranno gli sfrigolii togliere.
Versare l’impasto in planetaria e con la frusta a foglia, lasciare girare a velocità minima per dispedere il calore dell’impasto.
Aggiungere le uova una per volta, non prima che il precedente sia stato assorbito dall’impasto.
Scaldare bene l’olio di arachidi e con un cucchiaio versare delle quenelle di pasta nell’olio. Le quenelle si gonfieranno e spaccheranno aumentando di volume.
video

una volta ben dorate, scolare in un vassoio con carta assorbente.
COn l’aiuto di un sac a poche munito di bocchetta liscia, bucare la sfincia e farcire di ricotta. COn l’aiuto di una spatolina, spalmare un poco di ricotta sulla superficie, decorare con eventuale granella di pistacchio e scorza d’rarancia candita o ciliegia.
Buon appetito.

2 risposte a “Sfince di San Giuseppe”

  1. Favoloso il video delle sfincette che si girano da sole. Ma quindi l’olio è al minimo o comunque basso…. e quanto impasto metti? un cucchiaio colmo? A me va a fondo e sale a fatica, forse ne metto troppo? Si vede benissimo che ti si spaccano da sole mentre io devo colpirle ripetutamente con il dorso di una posata……

    1. olio dolcissimo e la punta di un cucchiaio piena.
      dapprima vanno a fondo e poi salgono. in effetti andrebbe fatta la mazziatura per farle aprire. le mie si mazziano da sole =D =D

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.