Struffoli di Letizia

Questa è un must della pasticceria napoletana. A me l’ha data la mia amica e maestra Letizia, alla quale mando un abbraccio speciale grande come il mondo.

Struffoli di Letizia

500g di farina, 4 uova, 50g di burro o strutto, 50g di zucchero, 2 cucchiai di grappa, scorza grattugiata di arancia e limone, un pizzico di sale, olio per friggere, 300g di miele, frutta candita, anicini, cannellini e confettini colorati per decorare.

Setacciate la farina sul tavolo e al centro mettete le uova, il burro, lo zucchero, la grappa, la scorza degli agrumi e il sale; impastate bene e lasciate riposare la pasta per una mezz’ora.
Con il mattarello tirate una sfoglia alta 1 cm. Tagliatela a listarelle larghe un cm e poi a dadini. So che può sembrare un procedimento strano, dato che in genere si preparano dei pallini di pasta, ma fidatevi, in questo modo avrete degli struffoli leggerissimi, che gonfiandosi durante la frittura, diventeranno tondi.
Friggere gli struffoli pochi alla volta, finchè saranno dorati.
In un tegame capiente fate sciogliere il miele con un cucchiaio di zucchero e un pò di scorza d’arancia grattugiata, unite gli struffoli e mescolate delicatamente, finchè quasi tutto il miele sia stato assorbito. Versate gli struffoli sul piatto da portata e pressateli conle mani bagnate in acqua fredda, dando la forma di piramide. Decorate alla fine con i confettini e la frutta candita.
Meglio servirli il giorno dopo.

struffoli

qui la foto della stesura impasto
struffoli1

e in frittura
struffoli2

Una risposta a “Struffoli di Letizia”

  1. Buonissimi!! Da noi in puglia si chiamano “purcidd” e l’impasto è fatto con il vino bianco 🙂 Un abbraccio e buon Natale!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.