Torta 40 anni

torta 40 anni

Questa è la torta per i 40 anni della mia amica Antonella.
Ha voluto assolutamente che gliela facessi io la torta per questo traguardo.
E io ho pensato per lei una torta raffinata elegante e con un tocco sbarazzino.
torta 40 anni

Ingredienti

2 pan di spagna rispettivamente da 26 e 16 di diametro
1 lt di crema pasticcera
1 ananas fresco
30g di burro
60 di zucchero
60 di maraschino
500g di panna semimontata
2kg di pasta di zucchero

Questa torta 40 anni  è composta da due basi tonde. una da 26 e l’altra da 16.
per le basi ho usato il pan di spagna rispettivamente di 6 (per la 26) e 3 (per la 16)  sempre con la medesima ricetta e con questo procedimento.
Ho preparato anche 1 litro di crema pasticcera, alla quale ho aggiunto l’ananas caramellato in questo modo:
Ho pulito l’ananas e l’ho tagliato a cubetti. Ho lasciato sciogliere il burro in una padella e a fuoco vivace ho saltato l’ananas per circa 6 minuti. Ho aggiunto lo zucchero lasciando caramellare un pochino e poi ho flambato con il maraschino. Ho lasciato raffreddare e l’ho aggiunto alla crema che ho allegerito prima con la panna semimontata
Ho tagliato i pan di spagna in 3 dischi, farcito 2 strati di farcitura e messi in frigo a riposare.
Dopo il riposo di qualche ora ho stuccato le torte con la crema al burro.(io uso dosi e procedimento di Leyla)
Ho preparato la pasta di zucchero che ho colorato in parte color pesca e il rimanete in verde.
Con il colore pesca ho realizzato i fiorellini e il nr. 40.
Per il nr ho sagomato i numeri con un taglierino, ho poggiato sopra uno strato sottile più stretto di pasta di zucchero bianca.Ho sagomato il bordo con ghiaccia reale e all’interno ho incollato con poca gelatina degli zuccherini bianchi. Per fare risaltare meglio ho dipinto il tutto con un poco di colore verde sciolto in alcool.Ve lo faccio vedere più da vicino
topper 40 anni

Poi ho fatto una serie (tantissimi) di drappreggi più o meno lunghi che ho incollato sulla torta. E tra gli spazi ho inserito i fiori color pesco.
Non è stata proprio una passeggiata, ma ne è valsa la pena.

seguimi anche su Facebook.clicca su il forno incantato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.