Tortino Langarolo By Montersino

Non mi piacciono i contest o i premi di blog. Non ho mai voglia di impegnarmi, perchè sono estemporanea. Cucino e pubblico, senza programmare mai. Se poi aggiungiamo il fatto che non sono brava a fotografare, men che meno mi viene voglia di partecipare. Perchè ,diciamolo, un piatto fotografato bene ti ispira di più di uno fotografato così e così. Poi magari il gusto premia quello che non rende visivamente, ma di primo acchitto ci si lascia incantare da una bella foto.

Il fatto è che Montersino mi piace assai e piace assai anche alla mia socia (Rosi) e quindi il constest di Stefania, è stata una scusa per provare una ricetta del libro che abbiamo preso insieme. Quindi abbiamo studiato per bene e indossato il grembiule, ci siamo messe all’opera per realizzare questa ricetta tratta da Tiramisù e Chantilly di Luca Montersino. Non avendo a disposizione gli stampini per, abbiamo realizzato la versione per uno stampo da 20cm di diametro.

<span >Per la torta:

225 di zucchero semolato

225 di burro

45 di miele

190 di uova intere

100 nocciole tostate

240 di farina debole

4 g di lievito chimico

25g di pasta nocciole

<span >Per la chantilly alle nocciole

300 di crema chantilly alla vaniglia **

30 pasta nocciole

<span >Per il cremino gianduia

200 di cioccolato al latte

180 di panna

20 di pasta nocciola

<span >Per la finitura

gelatina neutra

nocciole intere

**Nel nostro caso la crema chantilly alla vaniglia ottenuta con 300 di crema pasticcera*** e l’aggiunta del doppio di peso in panna semi montata.(900gr.)

***Crema pasticcera (con le dosi da noi preparate)

400 di latte, 200 di panna 150 di tuorli, 40 di amido di grano (non avevamo amido di riso) Facendo bollire il latte e versando sopra un composto montato di tuorli + zucchero amido. La montata rimarrà in superficie, si aspetta che si formino le bolle e, a quel punto, si mescola e si spegne.

Esecuzione:

La torta:

ridurre le nocciole a farina e unite allo zucchero semolato. montare il burro insieme alla pasta di nocciole e al miele. aggiungere la farina di nocciole e zucchero e incorporare le uova intere sbattute a filo. Terminare con la farina mescolata con il lievito e infornare nello stampo imburrato e spolverizzato di granella di nocciole. Cuocere in forno caldo per 15 minuti recita la ricetta. Noi abbiamo usato uno stampo da 20 di diametro e la cottura ha richiesto quasi 1 h a 180gradi.

Crema chantilly alle nocciole

incorporare la pasta di nocciole alla crema chantilly

Cremino gianduia

portare la panna e la pasta nocciola a 90°. spegnere, aggiungere il cioccolato al latte mescolare e mettere da parte fino al raffreddamento.

Montaggio

tagliare la torta in 4 strati. Con l’aiuto del cerchio apribile foderato con acetato, formare degli strati con la crema chantilly alla nocciola alternata con il cremino gianduia e mettere in frigo a raffreddare

Per decorare gelatina neutra e qualche nocciola a metà

tortino langarolo

Ecco io e Rosi, ci siamo divertite anche se è stata lunga: abbiamo iniziato alle 15 e terminato alle 20, capirete quindi che dovendo fotografare, non abbiamo aspettato il riposo e pertanto in foto gl strati non sono ben definiti (la chanitilly e il cremino hanno sbordato un pò) ma il sapore…non ve lo diciamo. Provatelo e capirete da soli.

Questa è la ricetta con cui, in punta di piedi, partecipiamo al contest di Stefania Profumi e Sapori e Anna Luisa e Fabio Assaggi di Viaggio. Grazie a voi e grazie a Luca Montersino.

16 risposte a “Tortino Langarolo By Montersino”

  1. Anna Luisa e Fabio dice: Rispondi

    Cinzietta, il tuo tortino deve essere squisito…uffà, lo sapevo che nelle regole dovevamo aggiungere che era obbligatorio l'assaggio da parte dei giudici…:-)))
    Baci
    Anna Luisa
    P.S. Ricordati di postare il link anche a Stefania 😉

  2. Ma allora ditelo che è una congiura contro di me!

  3. Stefania Shade dice: Rispondi

    sbaaaaaaaaaaaaavo!!!

  4. grazie Anna, e si già postato pure da lei. attende l'autorizzazione alla pubblicazione 😉

  5. e daiii..non lamentarti..che basta cambiare la base e puoi abbuffarti anche tu 😉

  6. effettivamente si Stefania :*

  7. Ginestra e il mare dice: Rispondi

    Ah ecco! In punta di piedi!!! IO NON HO PAROLE!!
    A parte che ti adoro!! :))

  8. Altro che punta di piedi, Cinzia! Qua si entra a gran voce! E se è vero che una bella foto fa molto, è anche vero che quando una cosa è buona, e fatta bene, non c'è bella foto che tenga! IO avverto persino la morbidezza. Quel cremino poi …. Grazie mille per questo dolce strepitoso, complimenti a te e Rosy. Un appunto però te lo devo fare … io abito a 500 metri da casa tua, lo sai vero???<

  9. e io adoro te! :*

  10. Grazie mille Stefania.
    ed hai ragione…..dopo il contest te ne faccio uno intero solo per te! 🙂

  11. Lunanerazzurra dice: Rispondi

    Ohhhh che torta golosaaaa! Una fettonza pliiiis? 😉

  12. Bella, Sore'!!! Lo sai che ogni cosa che esce dalla tue manine per me è poesia… Slurp!!!

    /Stefania: solo a 500 metri?!?!? Ho capito, devo riorganizzare un bel viaggetto a Palermo e venirvi a trovare!!!

  13. Semplicemente divina! Davvero avete passato 5 splendide ore,a pensarci bene io non ho pensato a quante ore ci ho messo per preparare la mia 🙂

  14. Mi piace!

  15. che meraviglia! è perfetta 🙂
    ti rispondo anche qui: che marca è la fecola di Eurospin? hai già visto se sulla confezione, sotto gli ingredienti, c'è scritto che è senza glutine? io non lo conosco eurospin e non ti saprei dire, ma posso informarmi 🙂 tutte le farine lo conte (di riso, di castagne, di ceci, carote etc…) sono senza glutine ed è specificato sulla confezione :-X

  16. Sonia la marca è tremulini e non c'è scritto assolutamente nulla.In ogni caso se con la lo conte ti trovi bene la userò anche io 😉
    grazie!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.